Vuoi un consiglio dal nostro Staff?
Se hai bisogno di un consiglio per la salute della tua bocca, contattaci in relazione ai temi qui proposti, oppure tramite la nostra pagina Facebook. Ti risponderemo prima possibile!
Lo Staff
Facebook
Twitter
Dott. L. Bottino

Dott. L. Bottino

Laureato in odontoiatria e protesi dentaria conseguita presso l'Università degli Studi di Genova il 21/07/1994 con la votazione di 108/110.


Perfezionamento:
. Centro studi ricerche di ortodonzia “corso teorico/pratico di ortodonzia base i/ii ;
. Corso sui materiali generativi gore-tex “ rigenerazione guidata dei tessuti” ;
. Universita’ degli Studi di Genova: corso di aggiornamento professionale teorico/pratico “ immediate function ed estetica”
. Presso branemark study center
a) corso di chirurgia e protesi implantare nobel guide
b) minor bone grafting course “the surgical aspects in treating edentulism according to the principle of osseointegration ad modum branemark;
. Presso Istituto Stomatologico Italiano: “seminario di parodontologia , biologia e patologia dei tessuti parodontali peri-implantari “ ;
. Presso Andi: “ le disfunzioni dell’atm e del sistema cranio-mandibolo-vertebrale”, “corso avanzato sulle disfunzioni dell’atm!”, “full immersion di protesi fissa”;
. Presso New York University College of Dentistry:
a) “current concepts in american dentistry : advances and challenges in sinus elevation surgery and alternative solutions”;
b)“stage in implantology & oral rehabilitation”;
. Presso Universita’ degli Studi di Modena : “ diploma di partecipazione al corso di perfezionamento annuale in protesi su impianti , dall’impronta al prodotto finito”.

Posizione Lavorativa: libero professionista presso Head e Neck 2 SRL - VIA A.Cantore 8H/22 - GENOVA

La Clorexidina è un principio attivo che si può trovare nei colluttori, in alcuni gel e dentifrici.
Ha un’azione battericida, è cioè in grado di uccidere i batteri del cavo orale.
Si può reperire in commercio in diverse concentrazioni. Le più utilizzate sono dello 0,20% e 0,12%.
E’ di grande aiuto in ogni ambito dentistico ed odontoiatrico, e viene utilizzata per una grande varietà di situazioni Continua a leggere

Lo sbiancamento dei denti, ‘bleaching’ o ‘tootht whitening’ è un trattamento estetico-cosmetico, il cui obiettivo è lo schiarimento del colore dei denti per migliorare, ringiovanire il sorriso e ottimizzare l’aspetto esteriore

Parlare di Sbiancamento Dentale Vuol Dire Intervenire sulla discromia del dente ( cambiamento del colore) per eliminarla o attenuarla.

I fattori che possono alterare il colore dei denti aderendo alla superficie del dente, al tartaro o alla placca batterica sono noti come pigmenti o macchie, sono cioè delle sostanze coloranti di varia natura (batteri cromogeni, pigmenti presenti in cibi, bevande o medicinali). Gli esempi più noti sono costituiti da tè, caffè, vino rosso, tabacco, liquirizia, colluttori con clorexidina. Un’ alta acidità del cavo orale favorisce l’accumulo di pigmenti. Continua a leggere

Beh la risposta a questa domanda è : CORRERE DAL DENTISTA!!

Non sempre ciò può essere possibile immediatamente, quindi ecco alcuni utili consigli:

1. Ghiaccio e massaggio: Strofinando delicatamente un cubetto di ghiaccio nella zona tra l’indice e il pollice per diversi minuti il mal di denti tenderà a sparire. Agisce sugli impulsi del dolore che di solito viaggiano lungo le vie nervose. Ha un tasso di successo tra il 60 al 90%. Potete anche porre il ghiaccio sul dente palpitante, aiuterà ad alleviare il dolore (per lo stesso principio di prima). Continua a leggere

I denti ormai sono considerati una parte del nostro corpo da mantenere, al pari degli altri componenti che contraddistinguono un essere umano . Anzi a volte si tende a trascurare una pancia più rotondetta, o un fianco un po’ più largo , ma non si rinuncia alla brillantezza di un sorriso smagliante, perché le altre parti del corpo bene o meno si possono nascondere con i vestiti, mentre un sorriso spento non si può sottrarre allo sguardo di chi ci sta attorno. Oltre che per motivi di natura estetica, dobbiamo tenere in riga il nostro apparato dentale, anche per motivi legati alla salute; infatti una cattiva igiene orale può portare al depositarsi della placca con conseguente formazione del tartaro, elementi primari che portano a numerosi disturbi gengivali e malattie parodontali con effetto drastico della caduta dei denti. Continua a leggere

Bite per denti: stop ai disturbi mandibolari

Il bite dentale è un apparecchio trasparente – simile al paradenti usato dagli sportivi – realizzato con resine acriliche o con materiali termoformati. Il termine deriva dall’inglese e significa “morso”, appunto perché si posiziona tra le due arcate dentarie e lo si “morde”. L’uso del “bite” rientra nelle competenze dei medici odontoiatri esperti di “gnatologia”.
Il bite per denti ha un utilizzo molteplice ed è principalmente impiegato per “correggere” il bruxismo, alleviare i disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare, modificare la cattiva occlusione dentale con conseguente sollievo dai dolori cervicali. Continua a leggere

Lo spazzolino elettrico è uno strumento che sta riscuotendo un sempre maggiore successo presso il grande pubblico. Pur essendo presente sul mercato da moltissimo tempo (negli Stati Uniti l’utilizzo dello spazzolino elettrico risale addirittura alla fine degli anni ’50 del XX secolo), soltanto negli ultimi anni, nel nostro Paese, lo spazzolino elettrico ha cominciato a suscitare un certo interesse. Probabilmente il costo relativamente elevato di molti modelli e la sempre presente diffidenza che molti nutrono verso le innovazioni tecnologiche ha inizialmente frenato la commercializzazione in grande scala di questo interessante strumento per l’igiene dentale. Non è difficile però prevedere che nel giro di pochi anni, lo spazzolino elettrico diventerà lo strumento di prima scelta per l’igiene orale quotidiana. Continua a leggere

I denti del giudizio o terzi molari sono gli ultimi denti che compaiono nella nostra bocca, maturando in genere verso i 18 anni. Per questo motivo vengono soprannominati denti del giudizio in quanto la persona raggiunge a quell’età, la cosiddetta “età del giudizio”.
Quando un dente del giudizio viene bloccato nel suo cammino di crescita nella bocca, si definisce DENTE INCLUSO.

I problemi che derivano dall’inclusione totale o parziale di un dente vanno dal dolore, gonfiore e danno ai denti vicini (nei casi più lievi) fino alla formazione di cisti.
Spesso la sintomatologia legata a questi problemi è minima e i danni appaiono solo quando la situazione è molto grave. Continua a leggere

I filler (dal verbo inglese “to fill” che in italiano significa “”riempire”), sono materiali che vengono iniettati nel viso al fine di poter riempire rughe o depressioni. Cominciano ad apparire, per porre rimedio agli inestetismi del viso, alla fine degli anni ’60. Continua a leggere

Il laser ha migliorato alcune prestazioni dentali soprattutto per quanto riguarda una miglior guarigione del tessuto gengivale e parodontale. Il laser in parodontologia è una realtà ormai consolidata poichè permette di ridurre il ricorso alla chirurgia parodontale.

Continua a leggere

COSA SONO GLI IMPIANTI DENTALI?

Sono delle vere e proprie viti in titanio , che con un piccolo e indolore intervento , fatto con la normale anestesia del dentista, vengono inseriti dentro l’osso e vanno a rimpiazzare le radici dei denti mancanti. Poi, sopra a queste radici artificiali possono essere applicati vari dispositivi che servono a sorreggere delle corone o capsule ( denti fini in porcellana) oppure attacchi a bottone che servono a stabilizzare dentiere mobili in modo da fissarle efficacemente e stabilmente. Continua a leggere