Vuoi un consiglio dal nostro Staff?
Se hai bisogno di un consiglio per la salute della tua bocca, contattaci in relazione ai temi qui proposti, oppure tramite la nostra pagina Facebook. Ti risponderemo prima possibile!
Lo Staff
Facebook
Twitter

Rimedi

untitledEcco 6 motivi per cui le GENGIVE  sanguinano:

  1. Soffrite di gengivite
  2. Siete fumatori
  3. Seguite una dieta povera
  4. Siete una donna
  5. Seguite cattive abitudini di igiene orale
  6. State assumendo farmaci

Se vi ritrovate in uno di questi motivi, scrivetecelo e vi sapremo dare i consigli adeguati per risolvere o almeno migliorare questa spiacevole situazione.

 

 

La parodontite è una infezione gengivale grave che distrugge i tessuti molli e le ossa che supportano i denti, la parodontite può causare la perdita dei denti o peggio un aumentato rischio di infarto o ictus e altri gravi problemi di salute. La parodontite è comune, ma in gran parte prevenibile. Infatti è solitamente il risultato di una cattiva igiene orale. Ogni giorno spazzolino e filo interdentale e regolare pulizia dentale professionale possono ridurre notevolmente le probabilità di sviluppare la malattia.  Continua a leggere

Le principali cause scatenanti i denti sensibili sono il ritrarsi della gengiva e l’erosione dello smalto, che fanno sì che la dentina, parte sensibile del dente, rimanga esposta agli stimoli esterni. I motivi che conducono a ciò sono vari, dal naturale avanzare dell’età, a pratiche di igiene orale non corrette, ad un’alimentazione troppo ricca di cibi e bevande acide. Continua a leggere

Circa 1 persona su 5 sviluppa regolarmente una fastidiosa afta in bocca, responsabile di dolore mentre si mangia, si beve o ci si lava i denti.

Le afte, conosciute anche come stomatiti, sono piccole piaghe che possono manifestarsi all’interno della bocca, delle guance, delle labbra, della gola, o, talvolta, sulla lingua. Continua a leggere

La Clorexidina è un principio attivo che si può trovare nei colluttori, in alcuni gel e dentifrici.
Ha un’azione battericida, è cioè in grado di uccidere i batteri del cavo orale.
Si può reperire in commercio in diverse concentrazioni. Le più utilizzate sono dello 0,20% e 0,12%.
E’ di grande aiuto in ogni ambito dentistico ed odontoiatrico, e viene utilizzata per una grande varietà di situazioni Continua a leggere

Beh la risposta a questa domanda è : CORRERE DAL DENTISTA!!

Non sempre ciò può essere possibile immediatamente, quindi ecco alcuni utili consigli:

1. Ghiaccio e massaggio: Strofinando delicatamente un cubetto di ghiaccio nella zona tra l’indice e il pollice per diversi minuti il mal di denti tenderà a sparire. Agisce sugli impulsi del dolore che di solito viaggiano lungo le vie nervose. Ha un tasso di successo tra il 60 al 90%. Potete anche porre il ghiaccio sul dente palpitante, aiuterà ad alleviare il dolore (per lo stesso principio di prima). Continua a leggere

Il controllo della placca e del tartaro rappresenta un aspetto fondamentale della cura dentale. I pazienti spesso fanno confusione tra placca e tartaro e sul rapporto che c’è fra di loro. Leggi di seguito come fare a distinguere la placca dal tartaro e ad adattare la tua routine di igiene dentale in modo da ottenere un controllo ottimale. La placca è un deposito di batteri appiccicaticcio ed incolore che si forma continuamente sulla superficie del dente.

Continua a leggere